Edilizia residenziale

Superbonus 110% un’opportunità unica per riqualificare la tua casa

00

days


00

hours


00

minutes


00

seconds


A partire dal 1° luglio 2020, e solo fino al 31 dicembre 2021, grazie al decreto Rilancio pubblicato in Gazzetta Ufficiale il maggio scorso si prevede, all’articolo 119, un Superbonus per gli interventi di efficientamento energetico e miglioramento sismico delle abitazioni. Si tratta di una misura che determina un risparmio fiscale del 110% con la possibilità di cedere il credito d’imposta al costruttore.

Gli interventi previsti sono di due tipologie
INTERVENTI PRINCIPALI O TRAINANTI:

  • Interventi antisismici
  • Interventi di isolamento termico degli involucri edilizi
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari

INTERVENTI AGGIUNTIVI O TRAINATI:

  • Interventi di efficientamento energetico: Il Superbonus spetta per gli interventi di efficientamento energetico previsti dall’articolo 14 del decreto legge n. 63/2013 (ex: sostituzione infissi), eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi Trainanti dell’ecobonus.
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici
  • Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

“Ci riserviamo la possibilità di valutare l’incarico solo su condomini a partire da quattro appartamenti” 

Miglioramento sismico + energetico con un unico interlocutore

 

Studio gratuito in carico a Seriana Edilizia

 

Materiali, attrezzature e partner dell’edilizia con elevato standard qualitativo

 

Futuro risparmio in bolletta nei consumi energetici

 

Aumento del valore dell’immobile

Tutto lo know how dell’azienda si propone da oggi a servizio anche per i privati, offrendo una proposta 360° unica nel mercato sia di miglioramento energetico che di miglioramento sismico:

  • Coordinamento globale: dal disbrigo pratiche alla progettazione per poi arrivare alla messa in opera pensiamo a tutto noi;
  • Un team di oltre 60 persone specializzate in ogni reparto
  • Studio gratuito: Eseguiamo SENZA SPESE per il Cliente l’analisi sismica dell’edificio e la valutazione dell’idoneità per tutti gli interventi.
  • Standard qualitativo elevato: Scelta dei materiali, attrezzature e partner dell’edilizia di primaria importanza.
  • General contractor unico per l’esecuzione di tutte le attività previste.
  • Ritiro del credito d’imposta.

Ecco alcune FAQ tra le più ricorrenti riguardo il Superbonus 110%

In cosa consiste il Superbonus ?

Attraverso il Superbonus gli interventi di miglioramento energetico e di messa in sicurezza antisismica degli edifici, potranno godere di una percentuale d’imposta di detrazione del 110% del costo degli interventi  effettuati dal  luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Se il beneficiario paga la spesa dell’intervento direttamente all’impresa o alle imprese incaricate potrà utilizzare la detrazione che gli spetta in cinque quote annuali dello stesso importo. Diversamente potrà richiedere all’impresa o alle imprese incaricate lo sconto in fattura, oppure potrà cedere il credito ad altri soggetti ( imprese, banche, istituti di credito… che a loro volta potranno cederli nuovamente). L’impresa o le imprese, che applicheranno lo sconto, avranno un credito d’imposta pari al 110% dello sconto applicato in fattura che sarà riscattabile in cinque quote annuali dello stesso importo.

Chi sono i beneficiari?

I beneficiari che potranno usufruire della detrazione al 110% sono:

  • Persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arti e professioni, cioè solo per quegli immobili che non sono compresi nei beni dell’azienda o che siano strumentali all’esercizio dell’attività lavorativa professionale.
  • Condomini ad una condizione: che gli interventi riguardino solo le parti comuni.
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) sono quegli Istituti gestiti dai comuni  ed adibiti ad edilizia residenziale pubblica. In questo caso la detrazione godrà di una proroga per le spese sostenute fino al 30 giugno 2022.
  • Cooperative di abitazioni a proprietà indivisa per interventi effettuati sugli immobili da esse posseduti e assegnati ai propri soci.
  • Organizzazioni senza scopo di lucro,  organizzazioni di volontariato,  associazioni di promozione sociale ed associazioni sportive dilettantistiche (per queste ultime solo per la parte di immobile destinato agli spogliatoi).
Quali sono gli interventi edilizi che beneficeranno del Superbonus?

Prima di tutto bisogna sottolineare che, per poter usufruire del bonus fiscale, bisognerà garantire che i lavori effettuati su di un edificio porteranno lo stesso ad un miglioramento energetico di almeno due classi rispetto allo stato di fatto e ad una maggiore risposta sismica in caso di terremoto.

Premesso ciò, esistono due tipi d’interventi: ‘interventi trainanti’ che sono necessari ed indispensabili per ottenere il beneficio fiscale al 110% ed ‘interventi trainati’ che beneficeranno della detrazione solo se verranno eseguiti in abbinamento con almeno un intervento trainante.

Quando parliamo d’ interventi TRAINANTI parliamo di:

  • Isolamento termico delle superfici orizzontali e verticali dell’edificio per almeno il 25% della sua superficie lorda attraverso diverse soluzioni, tra queste alcune prevedono l’inserimento di un materiale isolante nelle pareti esterne o interne delle singole abitazioni (ovviamente se all’interno esistono pareti libere per garantire il risultato del 25% che richiede la norma). L’edificio in questione può essere un edificio unifamiliare, un condominio oppure un’unità all’interno di edifici plurifamiliari a condizione che sia indipendente sia dal punto di vista funzionale (luce, gas, acqua) sia dal punto di vista dell’accessibilità.
  • Sostituzione (e non aggiunta), nelle parti comuni dell’edificio, dell’impianto di riscaldamento con: – impianti a pompa di calore e sistemi ibridi alimentati ad energia elettrica (data anche dall’alimentazione di pannelli fotovoltaici) e nel caso di pompe di calore reversibili possono operare sia per riscaldare l’edificio che per raffreddarlo; – caldaie a condensazione ad acqua con efficienza energetica stagionale del riscaldamento d’ambiente almeno pari alla classe A; – impianti di micro-generazione o collettori solari per la produzione di acqua calda.
  • Adeguamento sismico dell’edificio (c.d. sisma bonus) ai sensi dell’art. 16 comma da 1 bis a 1 septies del D.L 63/2013. Godranno della detrazione al 110%:  – tutti gli interventi previsti nel sisma bonus affinché l’edificio venga reso più sicuro in termini di minore rischio sismico; – i sistemi di monitoraggio strutturale continuo per scopi antisismici, se compiuti insieme ad un intervento antisismico sull’edificio; – gli impianti fotovoltaici ed i sistemi di accumulo per chi ha effettuato interventi antisismici (ricordiamo che questo tipo di spesa può essere detratta al 110% solo se effettuata congiuntamente ad almeno uno degli interventi trainanti).

Quando parliamo d’interventi TRAINATI (interventi già previsti dall’art.14 del D.I. 63/2013) parliamo di:

  • Installazione di pannelli solari e di sistemi di accumulo integrati. La detrazione al 110% è legata alla cessione al GSE dell’energia prodotta e non consumata. La detrazione non è cumulabile con altre agevolazioni previste in materia.
  • Installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettici.
  • Sostituzione degli infissi.
Esistono casi in cui, per ottenere l'agevolazione fiscale, basta effettuare solo interventi trainanti?

Si. Gli interventi trainati danno diritto alla detrazione, indipendentemente che siano legati ad un intervento trainante, SOLO NEL CASO IN CUI siano effettuati su immobili vincolati (a causa di limitazioni derivanti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio o da regolamenti edilizi, urbanistici ed ambientali) per i quali non sia possibile compiere gli interventi edilizi trainanti.  Ovviamente sempre a condizione che si raggiunga il miglioramento di due classi, oppure, là dove risulta impossibile, il raggiungimento della classe energetica più alta.

La legge afferma che, dove non sia possibile aumentare il miglioramento energetico di due classi, la condizione necessaria e sufficiente per veder riconosciuta la detrazione 110% è il raggiungimento della classe energetica più alta.

Esistono altri vincoli da dover rispettare per usufruire del Superbonus per i lavori di miglioramento energetico??

La risposta è affermativa. Il miglioramento di due o più classi energetiche dell’edificio (condominio o unifamiliare) o delle singole unità immobiliari all’interno di edifici plurifamiliari, che funzionino in modo indipendente con uno o più accessi autonomi dall’esterno, può essere raggiunta o attraverso almeno uno degli interventi trainanti oppure anche attraverso un intervento trainato effettuato congiuntamente al primo. La legge richiede la preparazione di due documenti di prestazione energetica, prima e dopo l’intervento, che dovrà dimostrare l’avvenuto efficientamento energetico delle due classi.

Se, in un anno, la detrazione totale supera l'imposta lorda si possono recuperare gli incentivi negli anni successivi?

No. La detrazione di un determinato anno non può essere utilizzata negli anni successivi.

In cosa consiste lo sconto in fattura?

Lo sconto in fattura è un metodo di rimborso che permette di ottenere uno sconto di pari importo applicato direttamente sulla fattura del fornitore. In questo modo è possibile eseguire la riqualificazione energetica e antisismica senza alcuna spesa.

L'azienda fornitrice che ha applicato lo sconto in fattura come utilizzerà il credito d'imposta?

L’azienda avrà due opzioni. La prima sarà la cessione del credito d’imposta a qualunque altro soggetto (imprese, banche, istituti di credito etc…). La seconda sarà quella di usare direttamente il credito d’imposta in compensazione in F24 in cinque quote annuali.

Il credito d'imposta può essere ceduto più volte?

La risposta è si, il credito d’imposta può essere ceduto in modo illimitato a qualsiasi soggetto.

Compili il form e le daremo informazioni più specifiche in merito al super bonus 110%