Seriana Edilizia

November 9, 2022

Sismabonus prorogato fino al 2024

Il Sismabonus riguarda la detrazione d’imposta (IRPEF o IRES) concessa sia alle aziende che ai privati per gli interventi antisismici, realizzati su qualsiasi tipo di edificio situato nelle zone sismiche più a rischio, ovvero le zone 1, 2 e 3.
La Legge di Bilancio 2022 ne ha definito il prolungamento fino al 31 dicembre 2024.
La spesa ammortizzabile con questo incentivo non deve superare i 96.000 euro, moltiplicati per il numero di unità immobiliari di ogni edificio produttivo e deve essere suddivisa in 5 quote annuali dello stesso importo.
La detrazione offerta dal Sismabonus ammonta dal 50% all’85% dei costi sostenuti per gli interventi antisismici.

Capannoni prefabbricati e Sisma Bonus 2024

Se l’intervento avviene su stabilimenti prefabbricati e permette di eliminare eventuali carenze strutturali allora sarà possibile usufruire, utilizzando un metodo semplificato, del Sismabonus per capannoni al 70% senza che vi sia una preventiva valutazione della classe sismica, assumendo dunque che avverrà un effettivo salto di classe positivo attraverso un intervento di rinforzo locale attuato per rimediare all’assenza di vincoli.

Altre spese detraibili comprese da questo incentivo

La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato anche la possibilità di usufruire dello sconto in fattura e della cessione del credito per tutti i bonus edilizi, compreso il sisma bonus.
Tuttavia, in qualsiasi caso si decida di sfruttare la cessione o lo sconto, è stato introdotto l’obbligo di effettuare un ulteriore controllo, richiedendo il visto di conformità e l’asseverazione sulla congruità della spesa, così come detta il nuovo Decreto Anti-frode (DL 157/2021).

Inoltre il Decreto Milleproroghe (L. 15/2022) specifica che per le aziende i costi per l’acquisizione dell’asseverazione della congruità delle spese e soprattutto del visto di conformità sono sempre detraibili, se sostenuti nel 2021 o nel 2022.

Un altro fattore interessante è che, oltre ai lavori di messa in sicurezza a livello aziendale, sono detraibili anche le spese sostenute per la verifica e per la classificazione sismica, come ad esempio:

  • per la progettazione ed altre prestazioni collegate;
  • per i sopralluoghi e le perizie;
  • per le imposte di bollo, IVA e diritti per le concessioni;
  • per le autorizzazioni e le denunce di inizio lavori.

Seriana Edilizia ritiene che questa proroga sia un’importante occasione per le aziende che vogliono mettere in sicurezza il proprio capannone e quindi le attività produttive con le giuste analisi ed i giusti interventi nel rispetto del proprio ciclo produttivo.

Contattaci adesso
Vuoi saperne di più sugli interventi antisismici? Lasciaci un messaggio e un membro del nostro team ti contatterà al più presto.

    Dimensione prefabbricato
    (*) per i campi contrassegnati da * la compilazione è obbligatoria.